ASSOCIATION

Immagine 2022 11 29 182927Prosegue il ciclo di incontri con “Forlimpopoli SiCura”. Appuntamento questa sera, martedì 29, alle 18.30 presso la Sala del Consiglio.

Inaugurazione Mostra Donne Anghiari intervento Marco Capaccioli22C’è un importante contributo dell’Associazione Nazionale case della Memoria nella grande mostra dedicata all’universo femminile che ha aperto i battenti nei giorni scorsi ad Anghiari. Si chiama “Storie di Donne. Da Albrecht Dürer alla contemporaneità di Ilario Fioravanti” e raccoglie decine di opere realizzate da maestri quali Dürer, Jacopo della Quercia, Giovanni dal Ponte, Goya, Manet fino a Ilario Fioravanti, il cui studio a Sorrivoli di Roncofreddo (FC), la Casa dell’Upupa, fa parte della rete dell’Associazione Nazionale Case della Memoria.

Immagine 2022 11 18 171902Dopo l'interessamento dello Stato all'acquisizione di Villa Verdi pubblichiamo l'articolo di Salvatore Giannella sul blog  Giannella Channel. 

Case Rigoli e Capaccioli 4«Siamo molto soddisfatti della piega che hanno preso le cose, confidiamo di poter rivedere presto riaperta al pubblico Villa Verdi». Così l’Associazione Nazionale Case della Memoria commenta gli sviluppi relativi al museo di Villa Sant'Agata di Villanova sull’Arda, la residenza nella quale Giuseppe Verdi ha vissuto per circa cinquant'anni e che fa parte della rete nazionale delle Case della Memoria.

Case Rigoli e Capaccioli«La nostra associazione è pronta a collaborare per la tutela e la fruibilità di Villa Verdi». Così l’Associazione Nazionale Case della Memoria commenta l’intervento del neo ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano, che ha attivato gli uffici tecnici del Ministero per verificare la situazione del museo di Villa Sant'Agata di Villanova sull’Arda, residenza nella quale Giuseppe Verdi ha vissuto per circa cinquant'anni e che fa parte della rete nazionale di case museo.

Il Cimitero Porta Pinti domani 6 Maggio alle ore 12 per rimirare la fioritura degli Iris e per ricordare Dante ha organizzato un'iniziativa: portare corone di alloro e libri alle tombe dei dantisti sepolti al Cimitero 'degli Inglesi'. 

L’Associazione Nazionale Case della Memoria esprime profondo cordoglio per la morte di Raoul Casadei, scomparso a 83 anni per le conseguenze del Coronavirus. Tra le realtà che fanno parte dell’associazione c’è anche il Museo Secondo Casadei di Savignano sul Rubicone (Forlì-Cesena), dedicato allo zio di Raoul e sede delle edizioni musicali Casadei Sonora, fondate e dirette dalla famiglia.

«Raoul Casadei ha raccolto l’eredità dello zio Secondo portando la musica e il folklore romagnolo in tutta Italia e nel mondo – commenta Adriano Rigoli presidentedell’Associazione Nazionale Case della Memoria -. Ho avuto modo di conoscere alcuni membri della grande famiglia Casadei, a cui rinnovo le mie più sentite condoglianze per questa perdita che ci addolora tutti».

«Se n’è andato un grande personaggio che ha lasciato tanto a tutti noi, con la sua musica e con la sua energia – prosegue il vicepresidente dell’Associazione Nazionale Case della Memoria Marco Capaccioli –. E proprio per tutto quello che è riuscito a trasmettere, Raoul Casadei continuerà a vivere nel ricordo di tutti noi e a dare voce alla sua Romagna, solare e allegra».

In ottemperanza all'obbligo di legge pubblichiamo il resoconto dei contributi pubblici ricevuti dalla nostra associazione:

Siamo alla fine del 2020, un anno che è stato particolarmente duro per tutti. Il virus ci ha costretto all'isolamento ma non all'inattività. Per questo l'Associazione Centro Studi Sigfrido Bartolini desidera comunicare, agli amici ed estimatori, la documentazione delle Realizzazioni e delle Attività riguardanti , l'"Archivio", la Biblioteca e la "Casa Museo Sigfrido Bartolini" dal giugno 2019 all'autunno del 2020.

1-Digitalizzazioni di oltre 500 Articoli Originali di Sigfrido Bartolini (Progetto REDOP 2019)

2Riordino, Inventariazione analitica (carta carta) di tutta la corrispondenza di Sigfrido Bartolini e Inserimento nel software ArDes-SAt  realizzato dalla Scuola Normale superiore di Pisa nell'ambito del progetto “Archivi di personalità della cultura”promosso da Regione Toscana e Soprintendenza Archivistica. La documentazione è stata sistemata secondo i criteri archivistici in fascicoli e faldoni ordinati per cognome di mittente . Il lavoro è stato presentato in diverse sedi istituzionali (Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Toscana, Biblioteca Forteguerriana di Pistoia...) entrando anche a far parte della pubblicazione “Archimeeting”, curata da ANAI (Associazione Nazionale Archivisti Italiani) (2019)

Prosegue la rubrica “Indro così com’è” che potete trovare sul sito della Fondazione Montanelli Bassi di Fucecchio.

Oggi il tema è "difendete l'italiano"

D'ora in poi saranno regolarmente pubblicate due puntate di Indro così come ogni settimana, di norma ogni mercoledì e ogni sabato. Ne sarà data comunicazione sulla pagina Facebook della Fondazione.

Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image

Case della MemoriaNumero Anti Violenza e Stalking
a sostegno delle donne vittime di violenza e stalking
Chiama ora