Memoria d’Autore per la Prima Guerra Mondiale

Nelle Case della Memoria un programma di appuntamenti in occasione del centenario della Grande Guerra


Le Case della Memoria aprono le porte a un nuovo programma di appuntamenti pensati, questa volta, in occasione del centenario della Grande Guerra. Si chiama “Memoria d’Autore per la Prima Guerra Mondiale”, il progetto che l’Associazione Nazionale Case della Memoria (la rete delle abitazioni di alcuni dei più importanti personaggi della cultura italiana), dedica al primo conflitto mondiale, che in Italia ha avuto inizio cento anni fa ma anche, più in generale, al tema della guerra e delle guerre nel mondo. Sono numerosi gli appuntamenti nelle Case della memoria italiane, tra Vicchio, Cesena e Pistoia. La Fondazione Montanelli Bassi di Fucecchio ha invece promosso, tra febbraio e marzo, il ciclo di incontri “La Toscana nella grande guerra”, dedicato ai riflessi che la grande guerra ebbe nella nostra regione.

“Memoria d’Autore” va ad aggiungersi alle tante iniziative organizzate dall’Associazione Nazionale Case della Memoria, a partire dalla prossima partecipazione ad Expo, fino al calendario semestrale di eventi “A tavola con i grandi” che permette di scoprire i grandi protagonisti della storia e della cultura del nostro Paese attraverso la cucina e il gusto. “Organizzare calendari collettivi di eventi e fare rete – hanno spiegato il presidente e il vicepresidente dell’Associazione, rispettivamente Adriano Rigoli e Marco Capaccioli – significa creare un circuito virtuoso in grado di far conoscere e apprezzare meglio, e in un’ottica più ampia, il valore delle Case della Memoria e ciò che esse rappresentano”.

A Cesena e Faenza “Memoria d’Autore” per la Prima Guerra Mondiale (2)

Nelle Case della Memoria un programma di appuntamenti in occasione del centenario del conflitto

Tanti eventi in arrivo, tra Cesena e Faenza (Ra), per ricordare la Grande Guerra attraverso le memorie dei grandi personaggi. Le Case della Memoria aprono infatti le porte a un nuovo programma di appuntamenti pensati, questa volta, in occasione del centenario della Grande Guerra. Si chiama “Memoria d’Autore per la Prima Guerra Mondiale” il progetto che l’Associazione Nazionale Case della Memoria (la rete delle abitazioni di alcuni dei più importanti personaggi della cultura italiana) dedica al primo conflitto mondiale, che in Italia ha avuto inizio cento anni fa, ma anche, più in generale, al tema della guerra e delle guerre nel mondo.

“Memoria d’Autore” va ad aggiungersi alle tante iniziative organizzate dall’Associazione Nazionale Case della Memoria, a partire dalla prossima partecipazione ad Expo, fino al calendario semestrale di eventi “A tavola con i grandi” che permette di scoprire i grandi protagonisti della storia e della cultura del nostro Paese attraverso la cucina e il gusto. “Organizzare calendari collettivi di eventi e fare rete – hanno spiegato il presidente e il vicepresidente dell’Associazione, rispettivamente Adriano Rigoli e Marco Capaccioli – significa creare un circuito virtuoso in grado di far conoscere e apprezzare meglio, e in un’ottica più ampia, il valore delle Case della Memoria e ciò che esse rappresentano”.
 

Faenza (RA) | "Bendandi e la Grande Guerra"

Inaugurazione della mostra il prossimo 7 novembre

Bendandi e la GG

Firenze | In Trincea. Gli scrittori alla Grande Guerra

Alla Fondazione Primo Conti un convegno internazionale

InTrinceaConvegno internazionale di studi
Firenze 22, 23, 24 ottobre 2015


Promosso da:
Centro di Studi «Aldo Palazzeschi» dell’Università di Firenze

con la collaborazione di:
Fondazione Primo Conti. Centro di documentazione e ricerche sulle avanguardie storiche, Gabinetto «G.P. Vieusseux»

Con il patrocinio di:
Comune di Firenze, Regione Toscana, Adi Associazione degli Italianisti

Comitato direttivo:
Marino Biondi, Simone Magherini, Gloria Manghetti, Anna Nozzoli, Gino Tellini

Saluzzo (CN) | "Matite di guerra, satira e propaganda in Europa (1914 – 1918)" (2)

Castiglia, 19 dicembre 2015 al 6 gennaio 2016

Matite di GuerraSorridere sulle vicende della guerra più sanguinaria del XX Secolo si puó. Nonostante la censura, lo hanno fatto, dal 1914 al 1918, molti disegnatori satirici di tutta Europa, e gli stessi lavori sono ora visibili in una Mostra presso i Musei della Castiglia di Saluzzo dal 19 dicembre 2015 al 6 gennaio 2016, "Matite di Guerra, satira e propaganda in Europa (1914 – 1918)".

Curata dal vignettista Dino Aloi e promossa dal Consiglio regionale e dalla Consulta Europea, la mostra illustra giornali di trincea, disegni, libri, cartoline d’epoca e tavole originali realizzati da artisti e disegnatori di tutta Europa, pubblicati in Italia, Germania, Olanda, Francia e Spagna.Immagini che nel 1914-1918 dovevano contribuire ad alimentare l’acredine per il nemico, oggi ci aiutano a capire e a far capire l’insensatezza della guerra.

Memoria d’Autore: i Grandi Personaggi e la Grande Guerra. Mostra alla Galleria delle Carrozze

Allestita dal 4 all’8 dicembre nella Galleria delle Carrozze di Palazzo Medici Riccardi apre un programma di manifestazioni che si concluderà nel 2019

Memoria d'Autore. I Grandi Personaggi e la Prima guerra Mondiale

Firenze, 30 novembre 2018 – Ripercorrere la Grande Guerra attraverso le storie dei Grandi Personaggi del nostro Paese. È questo l’obbiettivo di “Memoria d’Autore la mostra promossa e curata dall’Associazione Nazionale Case della Memoria in occasione del centenario della fine della Prima Guerra Mondiale. La mostra, che sarà ospitata da4 all’8 dicembre nella Galleria delle Carrozze di Palazzo Medici Riccardi, apre un programma di manifestazioni che si concluderà nel 2019 e ripercorre le vicende di alcune personalità legate al circuito delle Case della Memoria, coinvolte o legate al conflitto bellico.
Martedì 4 dicembre (ore 16.30) a Palazzo Medici Riccardi (Sala Giordano) si terrà la presentazione della mostra con Adriano Rigoli e Marco CapaccioliCaterina De Renzis Sonnino e Francesco Cutolo. A seguire sarà presentata la sezione della mostra dedicata a “Piero Bargellini e la Grande Guerra” e Gregorio Nardi, pianista e curatore dell'Archivio di Piero Bargellini, si esibirà al pianoforte per il concertoMusica senza guerra”, in collaborazione con l’Associazione nazionale Case della Memoria e l’Associazione Musicale Il Foyer – Amici della lirica Firenze. Alle 19, nella Galleria delle Carrozze, si terrà il taglio del nastro della mostra alla presenza del presidente del Consiglio Regionale della Toscana Eugenio Giani
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image