Quattromilasettecentoundici in Commedia

Un progetto di Lisa Capaccioli
Coordinamento Marco Capaccioli e Adriano Rigoli
Segreteria organizzativa Studio Etaoin
Sponsor tecnico Planet srl
Con la collaborazione di ICLM (International Committee Literary and Composers' Museums)
Con il patrocinio del Cominato Nazionale Dante 2021 del MIBACT


Il progetto “Quattromilasettecentoundici in Commedia” desidera ricordare come la Divina Commedia di Dante sia uno dei pilastri su cui si fonda la cultura, in Italia e nel mondo, e lo fa con l’ambizione di coinvolgere tutte le Case dei Grandi personaggi facenti parte dell'Associazione Nazionale Case della Memoria e della rete europea.



Ogni casa, potrà scegliere di leggere, all'interno della casa museo, un pezzo della Divina Commedia (che abbia un senso compiuto, scelto dall'elenco proposto) video-registrandosi con un qualsiasi smartphone al fine di restituire, verso dopo verso, video dopo video, la totalità del capolavoro dantesco. Impresa non facile, vista la difficoltà dei versi danteschi e la grandezza dell'opera, ma possibile: Sulla colonna laterale trovate un video di esempio e qui alcuni consigli su come registrare al meglio le terzine dantesche. Ogni casa museo registrerà nella propria lingua.

Per aderire all'iniziativa è necessario compilare ed inviare il form che troverete in fondo alla pagina, indicando il verso scelto dall'elenco proposto. I versi già opzionati e registrati saranno segnalati in rosso in modo da non generare duplicazioni

.
Una volta realizzato il video per le proprie terzine, la Casa lo invierà tramite il servizio gratuito wetransfer alla casella postale Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 (si prega di non inviare i video direttamente alla casella in quanto questa non avrebbe la capacità per riceverli).

Provvederemo alla pubblicazione sui nostri canali social che potrete, a vostra volta, condividere. Una volta ricevute tutte le registrazioni, ci occuperemo di montarle in un video che le conterrà tutte. Sarà sicuramente un filmato ricco di significato che presenteremo pubblicamente quando sarà possibile.



Questo progetto ha l’ardire di essere una sfida: vuole rappresentare, per tutte le Case della memoria d’Italia e d’Europa, la volontà e la possibilità di unirsi in un progetto comune, senza il bisogno di essere fisicamente nello stesso luogo; la pluralità delle voci e dei volti di chi aderirà al progetto vuole rinnovare il legame dei cittadini europei nel fare un’azione culturale di ampio respiro, dimostrando che anche attraverso la cultura si può raggiungere quello che per mesi si è sentito e letto: “siamo vicini anche se distanti”; dimostrando che nel viaggio di Dante, nelle sue sfide, ci ritroviamo le nostre storie, la nostra storia.



Ma perché proprio 4711?


Perchè 4711 è il numero di terzine che sono presenti nella Divina Commedia.
Le tre cantiche (Inferno, Purgatorio, Paradiso) sono composte in totale da 14233 versi endecasillabi strutturati in terzine con rima incatenata (schema ABA BCB CDC…): quella che è definita “terzina Dantesca”.



Per facilitare la lettura delle terzine, dando loro un arco di senso compiuto, abbiamo pensato di seguire la divisione delle stesse per argomenti, secondo la guida di Natalino Sapegno, edita da la Nuova italia Editrice nel 1955, a cui ci siamo ispirati per questo progetto volontario e gratuito.

Ci rendiamo conto che la nostra è un'impresa ardua, ma ci auguriamo che la vorrete condividere. Siamo certi che non vi sfuggirà l'importanza di un progetto che, con la forza di un capolavoro in grado di parlare ancora a tutti noi , vuol rappresentare ed esaltare la pluralità di lingue, di voci e di luoghi costitutiva dell'Europa.



Vi ringraziamo dell'attenzione e vi aspettiamo



.

Elenco di canti e versi divisi per cantiche:

cliccare per aprire il singolo elenco

 

Scheda di adesione al progetto “4711 in Commedia”

da compilare dopo aver scelto il Canto e i Versi disponibili.

Generalità del referente:


Selezione di canto e versi:

Attenzione: Per inviare la email è indispensabile accettare prima i cookie tecnici e poi il recaptcha

Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image