DANTE 2021

700 Dante

“Nel nome di Dante. I Grandi Personaggi rendono omaggio al Sommo poeta”

In occasione delle celebrazioni per i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, l’Associazione Nazionale Case della Memoria ha ideato un cartellone di eventi e approfondimenti culturali pensati per illustrare il legame fra l’autore della Divina Commedia e i personaggi delle Case della Memoria legati a vario titolo alla sua figura. 

Il progetto, dal titolo “Nel nome di Dante. I Grandi Personaggi rendono omaggio al Sommo poeta”, declinerà una serie d’iniziative nelle singole Case della Memoria (85 in dodici Regioni italiane) che hanno preso il via nel 2020 nella Val di Bisenzio. Il progetto ha ricevuto il patrocinio del Comitato nazionale delle celebrazioni per i 700 anni della morte di Dante Alighieri istituito dal Ministero della Cultura, entrando quindi a fare parte del calendario ufficiale degli eventi. 

Nel cartellone di eventi dedicati a Dante, figura anche il convegno internazionale “Dante e l’Europa” che vedrà l’intervento dei presidenti delle case museo dei grandi personaggi di tutta Europa e della Federazione Russa.

Vi invitiamo anche a partecipare al progetto "QUATTROMILASETTECENTOUNDICI IN COMMEDIA".

 


"700 Dante", libri e corone d'alloro per i Dantisti al Cimitero degli Inglesi

dante inglesiMartedì 6 aprile 2021, dalle ore 12.00, si celebreranno i dantisti sepolti nel Cimitero cosiddetto degli Inglesi, ma di proprietà dalla Chiesa Evangelica Riformata Svizzera a Firenze, in occasione delle iniziative per celebrare l'Alighieri nel 700esimo anniversario della sua morte: Joseph Garrow, Frances Trollope, Elizabeth Barrett Browning, Hiram Powers, Robert Davidsohn, Adolfo Mussafia, e le mogli di Domenico Comparetti, Elena Comparetti, e di Petr Kudrjavcev, Varvara Kudrjavcev.

Sono inglesi, americani, russi, tedeschi, indiani, ebrei, cosmopoliti, con grande amore per Dante e Firenze. I dantisti verranno omaggiati con un corteo che porterà sulle loro tombe libri e corone d’alloro, come da tradizione per le cerimonie al Cimitero in piazzale Donatello.
Farà seguito una diretta Zoom dall’Accademia Bessarione, che ospiterà studiosi internazionali.

Dante 700, arriva “Quattromilasettecentoundici in Commedia”

Un nuovo progetto europeo promosso dalle Case della Memoria

 

quattromilasettecentoundici thumbUn progetto di respiro europeo pensato per ricordare come la Divina Commedia di Dante sia uno dei pilastri su cui si fonda la cultura, in Italia e nel mondo. Si chiama “Quattromilasettecentoundici in Commedia” l’iniziativa lanciata oggi, in occasione del Dantedì, dall’Associazione Nazionale Case della Memoria in collaborazione con l’ICLCM, il comitato tematico internazionale di ICOM per le case dei letterati e musicisti e con il patrocinio del MIC. L’iniziativa punta infatti a coinvolgere tutte le Case dei Grandi personaggi che fanno parte dell'Associazione Nazionale Case della Memoria, ma anche quelle delle reti delle Case della Memoria europee con cui la realtà italiana ha consolidato i rapporti in questi anni.


SIGFRIDO BARTOLINI - STRALCI DAL DIARIO su DANTE

La TRINITA Part.Vetrata Ordine 3La documentazione su Dante presente nella biblioteca e nell'archivio della Casa Museo Sigfrido Bartolini di Pistoia

 

SIGFRIDO BARTOLINI - STRALCI DAL DIARIO su DANTE 

                                                                                                                      25 marzo 1975

Pomeriggio dalla signora Boldini alla “ Falconiera”. Sentirla parlare, rievocare un’epoca con Boldini per protagonista è una cosa che incanta. La sollecito a parlare, non la interrompo che per spronarla e son  più generazioni che riemergono evocate dai suoi lucidi e vivaci ricordi.

Ha ricordato gli ultimi giorni di Boldini: a tavola per un giorno di festa, forse per capodanno, Boldini si era vestito bene, ma stava seduto con fatica, mangiava poco e beveva champagne che la moglie gli annacquava per prudenza. Ad un certo momento, chissà da quale discorso portata, la moglie gli recita l’Ave Maria di Dante: <Vergine madre, figlia del tuo figlio... >e a Boldini si riempiono gli occhi di lacrime ed esclama: « Credevo che nascere pittore fosse la cosa più bella e desiderabile, ma se dovessi rinascere vorrei nascere poeta».  

#Dantedì 202: incontra Dante attraverso la Crusca

Martedì 23 marzo è stata inaugurata, sul canale Youtube dell'Accademia della Crusca (www.youtube.com/user/AccademiaCrusca), la mostra «Della nostra favella questo divin poema è la miglior parte». Dante e la Crusca, allestita nella Sala delle Pale. Intento della mostra è quello di ricostruire l'intenso e continuativo rapporto degli Accademici con l'opera e l'eredità linguistica di Dante, grazie a volumi e documenti d'archivio. Una sezione rilevante della mostra sarà dedicata alle pale (gli emblemi degli antichi accademici realizzati tra Cinquecento e Settecento) che presentano motti tratti dalla CommediaClaudio Marazzini insieme a GiuseppeAbbatistaDomenicoDeMartino e FiammettaFiorelli, curatori dell'esposizione, presenteranno il percorso documentale. La mostra è realizzata con la collaborazione dell'Associazione Amici dell'Accademia della Crusca, della Società Bibliografica Toscana, dell'Associazione Progetto 21 e della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze

"I luoghi di Dante negli acquerelli di Massimo Tosi"

LUOGHI DANTE copertinaIl sesto volume della collana "viaggio in Toscana" della Federighi Editori è in libreria per il Dantedì. L'ultima fatica di Massimo Tosi si intitola "I luoghi di Dante" e passa in rassegna attraverso disegni e ricostruzioni le località che hanno segnato la sua esistenza.

Dalla Firenze della giovinezza ai luoghi legati all'impegno politico e militare fino a quelli del doloroso esilio. Oltre 50 disegni quasi tutti inediti e ricostruzioni corredate da testi in italiano e inglese.

 

"Omaggio a Dante": le opere dell'artista Paolo Gubinelli

Gubinelli CoverIn avvicinamento al Dantedì, la giornata la Giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri che cade il 25 marzo, condividiamo con piacere una ricca documentazione relativa all’opera dell’artista Paolo Gubinelli, che ha reso omaggio a Dante Alighieri attraverso la sua arte e che ringraziamo per aver condiviso con noi le proprie opere.

Due, in particolare, sono le mostre che legano Gubinelli al Sommo Poeta: “Segni per Dante. L’opera su carta di Paolo Gubinelli in omaggio a Dante Alighieri”, allestita alla Biblioteca Classense di Ravenna dal 5 settembre al 3 ottobre 2015 e “Omaggio a Dante Alighieri. Paolo Gubinelli, l’opera su carta”, allestita nel 2016 al Monastero della Santa Croce in Fonte Avellana (PU). 

«Sono le illustrazioni di Botticelli il piu' bel commento alla "Commedia"»: l’articolo di Sigfrido Bartolini

BartoliniBotticelliIl testo integrale dell'articolo scritto da Sigfrido Bartolini per il quotidiano Libero (28 ottobre 2000) in occasione della mostra "Scuderie Papali al Quirinale"

«Novantadue pergamene di notevole formato, 325 x 475 millimetri, quanto ci resta di un'impresa che avrebbe potuto rappresentare un gioiello unico e particolare nella storia, pur ricca di capolavori, del Rinascimento: novantadue episodi della "Commedia" dantesca dipinti dal Botticelli, ma rimasti invece allo stadio di disegni seppure di una bellezza e di un interesse indicibili.

Proviamo a immaginare il raffinato pittore fiorentino che tra una pala d'altare e una allegoria pagana riceve da Lorenzo di Pierfrancesco de' Medici, cugino in secondo grado di Lorenzo il Magnifico, l'incarico d'illustrare la "Divina Commedia". Anche se le "botteghe" dei pittori, dal Medioevo e fino al Settecento, erano disponibili per le più svariate  ordinazioni che potevano andare dalla decorazione di un palio, di uno stemma, un cassone da sposa, una pala d'altare o una decorazione murale, e quindi abituate alle richieste più impensate, la proposta del Medici deve aver fatto riflettere il Botticelli, sia per il caso, nuovo per lui, di dover commentare pittoricamente un poema come la "Commedia", vuoi al pensiero che, se una richiesta del genere veniva fatta a lui vuol dire che ci si aspettava qualcosa di veramente notevole, di unico. Tutto questo, se poteva da un lato lusingarlo, dall'altro gli prospettava il pensiero di un lavoro lungo e paziente, alle prese con un testo da leggere e rileggere per stabilire il soggetto da illustrare, ogni volta diverso eppur legato agli altri e chissper quante volte.

Dantedì: le iniziative dell'associazione culturale Messidoro

Copertina evento Facebook Dantedì
L’associazione culturale Messidoro, che da anni gestisce i Musei carducciani (Museo-Archivio e Casa Carducci) e il Piccolo Museo dell’olio, in occasione del Dantedì, che si terrà il 25 Marzo 2021, è lieta di invitare tutti gli interessati a partecipare all’iniziativa web “Dal Dante-Uomo al Dante-Poeta” che si svolgerà sui nostri canali social (Facebook, Instagram e Twitter) nel corso della giornata. Frequentemente ci dimentichiamo che prima del Dante Poeta, esisteva un Dante uomo che ha vissuto un’infanzia, un’adolescenza e una maturità. In questo viaggio social, scopriremo come il lato umano sia imprescindibile da quello poetico e come l’umanità di Dante abbia influenzato profondamente la sua Poesia. 
 
Vi aspettiamo il 25 marzo su Facebook, Instagram e Twitter dalle ore 9.00.
Sistema Musei carducciani
Ass.ne Culturale Messidoro
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image