Il messaggio dei Musei di Villa Silvia Carducci in memoria di Gigi Proietti

Cari amici


condividiamo con voi il cordoglio per la morte di Gigi Proietti.


Noi dei Musei di Villa Silvia Carducci lo ricordiamo non solo come grande attore e doppiatore, ma anche come personaggio cardine della nostra esperienza all'interno del 
film Pinocchio di Matteo Garrone.

 

Il regista ci aveva infatti contattato vari mesi prima delle riprese perché nel Gran Teatro dei Burattini voleva inserire uno strumento musicale meccanico  da strada.
Dopo varie proposte scelse uno strumento  costruito in Italia a Casale Monferrato nel 1880 circa.
Lo strumento ha un cilindro con circa 20.000 chiodi, ogni chiodo è una nota e suona dieci canzoni dell'epoca.
Sul set prima delle riprese sono state registrate tutte le dieci musiche che suona lo strumento, Garrone poi ha scelto quella che è stata suonata, girando la manovella, da un attore.


Il Presidente di  AMMI Franco Severi si recò personalmente sul set a Sinalunga (SI) ove rimase  un paio di giorni durante i quali ebbe modo di conoscere  Proietti, Ceccherini, Papaleo e Garrone.
 

Se ne va un grande artista e soprattutto un grande uomo.

Ciao Gigi! 

 

Foto sopra: Gigi Proietti e il Presidente di AMMI Franco Severi 
Foto sotto: strumento musicale meccanico scelto per la scena del Gran Teatro dei Burattini di Mangiafuoco e Gran Teatro dei Burattini, interno ed esterno