Verso il Bicentenario della Morte di John Keats: le iniziative della Keats-Shelley House

 
Image3Mentre si avvicina la data del bicentenario della morte di Keats a Roma il 23 febbraio 1821, la Keats-Shelley House promuove una serie di nuove iniziative digitali.
 
Tour Panoramico della Keats-Shelley House con guida dal vivo
Questo tour digitale è già disponibile per un numero massimo di 30 partecipanti per volta (per maggiori informazioni, si prega di cliccare QUI). Il tour sarà disponibile dal 23 febbraio ma le prenotazioni sono aperte già da ora.
 
Dal comfort della vostra casa, potrete intraprendere questo viaggio nello storico museo, l'appartamento dove Keats morì duecento anni fa. Mentre sono molti i musei che mettono a disposizione un tour virtuale, questo tour è stato ideato per essere intrapreso insieme a una delle  esperte guide del museo, che vi accompagnerà nelle stanze della casa e risponderà a domande e curiosità. "Teniamo molto al legame tra noi e i nostri visitatori - spiegano i responsabili della casas museo - e siamo convinti che l'esperienza della visita alla casa assume un valore aggiunto grazie allo scambio diretto con le nostre guide. Per chi è interessato, offriamo la possibilità di prenotare una visita insieme al curatore del museo".
 
Il tour panoramico con una guida live è disponibile a tutti. È particolarmente adatto alle scuole e alle università, ma anche ai visitatori che vogliono saperne di più sui romantici inglesi che vissero in Italia e ne furono ispirati, e che vogliono esplorare le stanze in cui John Keats trascorse le sue ultime quattordici settimane di vita.
I tour possono essere prenotati in inglese o in italiano (altre lingue potrebbero essere disponibili).
 
A febbraio la Keats-Shelley House commemorerà il bicentenario dalla morte di John Keats con il lancio di due esperienze video immersive, entrambe realizzate con la collaborazione di Bob Geldof, leggenda del rock, filantropo e ambasciatore della Keats-Shelley200.
 
L'8 febbraio, verrà mostrato in anteprima un tour immersivo della Keats-Shelley House con Bob Geldof. Il video immersivo farà da trailer per il museo e per una serie di video immersivi che verranno lanciati all'anniversario della morte di Keats. Potrà essere guardato sia con gli occhiali per realtà virtuale che su qualsiasi schermo, sul canale YouTube o sul sito della Keats Shelley House. Il tour vi porterà attraverso le stanze della casa museo, dandovi la sensazione di essere fisicamente nel museo. Se lo vedrete su uno schermo normale, potrete guardarlo come un video qualsiasi o potrete muovervi a 360 gradi per esplorare meglio ciò che attira il vostro interesse.
 
Il 23 febbraio, nel bicentenario della morte di Keats a Roma, uscirà in anteprima "La morte di Keats", narrata da Bob Geldof. Si tratterà di un video immersivo (godibile al meglio con occhiali per realtà virtuale ma più che accessibile senza) che racconta, attraverso dei passaggi tratti da alcune lettere, il viaggio di Keats in Italia, il suo soggiorno nella casa e la sua morte. Questo video sarà il primo di una serie realizzata dalla Keats-Shelley House per commemorare i bicentenari delle morti di Keats e Shelley.
 

Inoltre, nel duecentesimo anniversario della morte di Keats la poesia "Bright Star", scritta da per Fanny Brawne, la sua fidanzata, sarà recitata da un 'Keats virtuale' nella stanza in cui morì, al lato della Scalinata di Piazza di Spagna. Il progetto è stato commissionato dalla Keats-Shelley Memorial Association all'Institute for Digital Archaeology di Oxford. Poiché Keats morì in giovane età ed era ancora poco conosciuto perché fosse raffigurato in molti ritratti, questo Keats virtuale è stato realizzato sulla base di due dipinti in miniatura e di una sua maschera mortuaria in gesso che si trova a Parigi e che è stata scansionata centinaia di volte per ricavarne un'immagine tridimensionale. 

I visitatori potranno anche vedere la mostra "Gusto" dell'artista britannica Nancy CadoganQui potete vedere un'anteprima della mostra.

 
Inoltre, il Concorso di poesia annuale per scolaresche è di nuovo disponibile. E quest'anno, in via del tutto eccezionale, le poesie dei ragazzi sono accettate anche in formato elettronico.
 
Per nuovi video immersivi, si prega di visitare il canale YouTube.