Logo Case della Memoria
Arezzo | Arte, gusto e fuochi d’artificio alla Casa museo di Ivan Bruschi
La notte di San Donato visita guidata alla mostra “Il Teatro dipinto. La scena degli artisti nel Romanticismo”

Lo spettacolo dei fuochi di San Donato ammirato dalla terrazza della Casa Museo di Ivan Bruschi con vista sulla Pieve. Giovedì 6 agosto queste due bellezze - quella pirotecnica dei fuochi d’artificio equella architettonica della chiesa romanica - si intrecciano.
In occasione dei festeggiamenti di San Donato, la Casa Museo di Ivan Bruschi, amministrata da Banca Etruria, organizza una serata unica e originale: un percorso di visita guidata tra arte e letteratura. Sarà un’occasione particolare per visitare la mostra "Il teatro dipinto. La scena degli artisti nel Romanticismo", un percorso iconografico alla scoperta del teatro Romantico, una rassegna dedicata all’arte della decorazione, in special modo di Metrodoro Conti, lo scenografo attivonel XIX secolo che nella sua carriera ha allestito il Teatro La Fenice di Arezzo, ma anche il Teatro Petrarca. La mostra dedica un’apposita sezione proprio al teatro aretino, documentando con alcuni interessanti disegni tecnici le scelte architettoniche e decorative compiute per la sua realizzazione. All’interno del percorso espositivo viene inoltre mostrato anche un interessante ed inedito modellino progettuale in legno dipinto, databile agli anni 60’ dell’ottocento, che presenta la “macchina scenica” pressoché identica a quella del Petrarca, nelle cui soffitte finora era stato custodito.Non sarà una semplice visita guidata alla scoperta della mostra, ma un vero e proprio viaggio tra arte e letteratura. Durante le due visite notturne in programma – la prima alle 21 e la seconda alle 22 – l’attore Samuele Boncompagni, dell’Associazione Culturale _Noidellescarpediverse_, leggerà brani letterari legati a questo tema. Nelle terrazze del Museo sarà possibile inoltre gustare a buffet dei “dolci sapori” allestito dal ristorante Il Vesuvio di Arezzo. Alle ore 22.45 si potranno poi ammirare gli splendidi fuochi dallaterrazza del nobile Palazzo trecentesco.Il costo del biglietto è di 9.00 € a persona, comprensivo del percorso di visita alla mostra e buffet, 6.00 € solo buffet.
Info > 0575.354126 | www.fondazionebruschi.it


Milano | Museo dei Bambini (MUBA), in collaborazione con il Museo Petofi di Budapest
4 agosto, ore 16.30: inaugurazione di "Avventure intorno alla tavola"

Museo Petofi
Empoli | Da Bach a Piazzolla: l'eclettico Quartetto Conte insieme al soprano Giorgia Rotolo ad Apriti Chiostro!
Sabato 1 agosto al Chiostro degli Agostiniani il giovane ensemble eseguirà suggestive pagine di  Bach, Eler, Brahms, Rossini, Piazzolla, Haendel, Bellini, Hahn

Sabato 1 agosto alle 21.30 al Chiostro degli Agostiniani di Empoli all'interno di Apriti Chiostro! arriva il QUARTETTO CONTE insieme al soprano GIORGIA ROTOLO che eseguirà suggestive pagine di J.S. Bach, A.F. Eler, J. Brahms, G. Rossini, A. Piazzolla, G.F. Haendel, V.  Bellini, R. Hahn. Il concerto, organizzato dal Centro di Studi Musicali Ferruccio Busoni, è ad ingresso libero.

Ad aprire la serata l'aria "Liebster Gott, erbarme dich"  BWV 179 No. 5 arrangiato per quartetto di fiati da M. Magatan di J.S. Bach (1685-1750), quindi il Primo Quartetto da  "Tre quartetti per Flauto, Clarinetto,Corno e Fagotto" di A.F. Eler  (1764-1821). Si prosegue con J. Brahms  (1833-18979 e la sua Dem Dunkem Schoss Der Heil'gen arrangiato da M. Rizzuti per arrivare al primo Quartetto da "Sei Quartetti" di G. Rossini  (1792-1868) ed infine Oblivion di A. Piazzolla  (1921-1992) arrangiato da M. Rizzuti.

Giorgia Rotolo interverrà nella seconda parte del programma dedicato a G.F. Haendel (1685 - 1759) The Eternal Source of Light Divine, V. Bellini (1801 - 1835) "Eccomi in lieta vesta… Oh! quante volte" da I Capuleti e i Montecchi e R. Hahn (1874 - 1947) A Chloris.

L'eclettico e giovane ensemble è formato da Michela Bozzano al fagotto, Marta Caccialanza al flauto, Filippo Cainero al corno, Mattia Rizzuti al clarinetto.

Giorgia Rotolo, classe 1993, ha frequentato master-class internazionali. Ha ricoperto il ruolo di Clara nell'arrangiamento di R. Cecconi di "Porgy and Bess" di G. Gershwin. Nel 2013, debutta nel ruolo di
Belinda in "Dido & Aeneas" di H. Purcell.  E' solista nel "Voxonus Festival" sotto la direzione del M° F. M. Bressan. Recital di Melodia Francese con l M° F. Guido (pianista). Ha vinto il primo premio al Concorso Nazionale per Giovani Interpreti "Città di Lissone" (2013). Primo premio assoluto al Concorso Nazionale di Esecuzione Musicale "Riviera Etrusca" Piombino (2014) Semifinalista nel concorso "Comunità Europea" Spoleto (2015) Semifinalista al concorso internazionale "A. Bazzini" Carpenedolo (2015). Parteciperà nei mesi di Giugno e Luglio all'opera studio Ticino Musica 2015 nel ruolo di Barbarina per la messain scena di "Le Nozze di Figaro" di W. A. Mozart. Ha recentemente registrato una demo.

Info: www.centrobusoni.org
Prato | In arrivo "Sensorialmente"
Un corso di formazione per guide di percorsi tattili artistici
Ottobre, Laboratorio per Affresco Tintori

Si terrà ad ottobre, presso il Laboratorio per Affresco Tintori di Prato, "Sensorialmente", Corso di Formazione per guide di percorsi tattili artistici.
Per tutte le info: www.laboratoriotintori.prato.it

corso Sensorialmente volantino 21 luglio
“A tavola con i Grandi” protagonista a Expo 2015
L’Associazione Nazionale Case della Memoria ospite a Fuori Salone
Dal 18 al 23 agosto nei Chiostri dell’Umanitaria, a Milano, tanti eventi per scoprire dalla prospettiva del gusto i grandi protagonisti della storia italiana

programma EXPO1Firenze, 28 luglio 2015 – Esposizioni, conferenze, degustazioni, cooking show. E ancora laboratori per ragazzi, spettacoli, concerti e performance. E un programma variegato e fitto di appuntamenti quello presentato dall’Associazione Nazionale Case della Memoria per la sua partecipazione a Expo 2015, dal 18 al 23 agosto prossimi.
Ospitata Fuori Salone, nei Chiostri dell’Umanitaria a Milano, l’associazione, che mette in rete le abitazioni appartenute ad alcuni dei piu importanti personaggi della cultura e della storia italiana, portera all’Esposizione Universale di Milano il progetto “A tavola con i grandi”, promosso proprio in occasione di Expo 2015: una serie d’iniziative all’insegna del gusto per presentare le case museo dei grandi personaggi italiani. Il progetto fino a oggi si e mosso in ambito locale, all’interno delle singole case della memoria inserite nella rete museale, con appuntamenti che proseguiranno fino alla fine dell’anno.
Per sei giorni, le varie Case della Memoria saranno protagoniste a Milano con tanti eventi, per scoprire da una prospettiva inedita i grandi protagonisti della storia italiana. Ecco allora conferenze dedicate al rapporto dei personaggi o delle loro opere artistiche, con il cibo, l’alimentazione e la cultura gastronomica, presentazione di lavori culturali (libri, testi teatrali, opere d’arte, concerti) sull’argomento, cooking show dedicati a ricette legate al personaggio o al territorio di riferimento, aperitivi e degustazioni di prodotti a tema, merende tipiche di quando “i grandi erano piccoli”, laboratori per ragazzi e molto altro ancora.
Il progetto, nato dal lavoro del presidente Adriano Rigoli e del vicepresidente dell’associazione Marco Capaccioli, e dedicato al tema del rapporto tra le personalita delle case museo, il cibo e la cultura gastronomica: l’idea e quella di comunicare il vissuto dei big della cultura italiana attraverso quegli aspetti della vita quotidiana, come il cibo e i piatti tradizionali, che sono testimoniati dalle abitazioni in cui hanno trascorso la loro esistenza, oggi case museo aperte al pubblico.
Associazione Nazionale Case della Memoria
L’Associazione Nazionale Case della Memoria mette in rete le abitazioni in cui hanno vissuto alcuni dei piu importanti personaggi della cultura italiana: Dante Alighieri, Giotto, Francesco Petrarca, Giovanni Boccaccio, Francesco Datini, Leonardo da Vinci, Niccolò Machiavelli, Francesco Cavassa e Emanuele Tapparelli D’Azeglio, Agnolo Firenzuola, Pontormo, Benvenuto Cellini, Filippo Sassetti, Lorenzo Bartolini, Silvio Pellico, John Keats e Percy Bysshe Shelley, Francesco Guerrazzi, Giuseppe Verdi, Elizabeth Barrett e Robert Browning, Pellegrino Artusi, Corrado Arezzo de Spucches e Gaetan Combes de Lestrade, Giosuè Carducci, Sidney Sonnino, Giovanni Pascoli, Giacomo Puccini, Ferruccio Busoni, Maria Montessori, Enrico Caruso, Renato Serra, Giorgio de Chirico, Antonio Gramsci, Raffaele Bendandi, Piero Bargellini, Enzo Ferrari, Primo Conti, Leonetto Tintori, Indro Montanelli, Italo Zetti, Ivan Bruschi, Ilario Fioravanti, Goffredo Parise, Barbara Marini Clarelli e Francesco Santi, Loris Jacopo Bononi, Giorgio Morandi, Sigfrido Bartolini.
L’Associazione Nazionale Case della Memoria risulta essere oggi l’unica rete museale di case museo di personaggi illustri a livello nazionale e partecipa alla Conferenza Permanente delle Associazioni Museali Italiane di ICOM Italia. La rete e composta da 48 case museo in 9 regioni italiane (Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Sicilia e Sardegna) che hanno deciso di lavorare insieme a progetti comuni e per promuovere questa forma museale in maniera piu incisiva anche in Italia.
Convegno annuale di Studi Romagnoli
Cesena| 17, 18, 24 e 25 ottobre 2015


Il sessantaseiesimo Convegno annuale di Studi Romagnoli fa tappa a Cesena il 17, 18, 24, 25 ottobre 2015

http://www.societastudiromagnoli.it/

Roberto Gatto New Quartet Feat Alessandro Lanzoni
Chiostro degli Agostiniani, Empoli| Mercoledì 29 luglio 2015 alle 21.30

APRITI CHIOSTRO! 2015 Roberto Gatto New Quartet FEAT. ALESSANDRO LANZONI Dopo i concerti di JERRY BERGONZI e DANIELE SEPE il terzo ed imperdibile appuntamento promosso e coprodotto da EMPOLI JAZZ, CENTRO STUDI FERRUCCIO BUSONI e CAM EMPOLI, in collaborazione con APRITICHIOSTRO! e l'ASSESSORATO ALLA CULTURA del Comune di Empoli, che si terrà MERCOLEDÌ 29 LUGLIO 2015 alle 21.30, presso il CHIOSTRO DEGLI AGOSTINIANI Via De Neri Empoli. Il concerto si inserisce nella cornice di APRITI CHIOSTRO! 2015 E EMPOLI JAZZ FESTIVAL. INGRESSO LIBERO ROBERTO GATTO si presenta ad Empoli con il NEW QUARTET che vede con lui sul palco alcuni tra i più promettenti musicisti della nuova generazione del jazz italiano. Ancora una volta il leader batterista, da ottimo organizzatore sonoro, costruirà con mano leggera e mai prevaricante un percorso variegato e sempre piacevole attraverso le cadenze di varie culture, con brani originali e a firma di diversi autori. ROBERTO GATTO, uno tra i più stimati musicisti della scena jazzistica mondiale, non solo batterista di grande sensibilità ma anche ottimo organizzatore musicale e band leader, non esita a mettersi in gioco di fronte a nuove idee e raccoglie l'ennesima sfida attraverso questo nuovo progetto. Coprotagonisti sono ALESSANDRO LANZONI, ALESSANDRO PRESTI E MATTEO BORTONE, tre dei più interessanti nuovi talenti emersi in Italia negli ultimi anni. Viene spontaneo il riferimento all'impegno e alla dedizione all'insegnamento da parte di un grande artista che nonostante il successo a livello internazionale continua a spendersi per la formazione dei giovani. La conoscenza musicale fra i 4 è infatti nata durante le lezioni dell'In.Ja.M., prestigioso corso biennale di alta specializzazione di SIENA JAZZ, la più importante realtà didattica jazzistica italiana. Quando le lezioni vanno oltre la semplice trasmissione di nozioni musicali e i giovani raccolgono questo messaggio, le barriere si abbattono e si creano i presupposti per l'affermazione di musicisti completi. A questo punto maestri ed allievi si ritrovano insieme sul palco, accantonando differenze di età e di esperienze, in nome di un progetto condiviso e dell'arricchimento reciproco. Le straordinarie doti musicali di ALESSANDRO LANZONI e ALESSANDRO PRESTI E MATTEO BORTONE, si fondono perfettamente con l'esperienza e l'eleganza di un fuoriclasse come ROBERTO GATTO. CHIOSTRO DEGLI AGOSTINIANI, ORE 21.30 ROBERTO GATTO NEW QUARTET Alessandro Presti,_ tromba_ ALESSANDRO LANZONI, _pianoforte_ MATTEO BORTONE, _contrabbasso _ ROBERTO GATTO,_ batteria_ Ingresso libero Concerto coprodotto da EMPOLI JAZZ, CENTRO STUDI FERRUCCIO BUSONI e CAM EMPOLI ASSOCIAZIONE EMPOLI JAZZ _Via Rozzalupi,28 - Empoli (FI) _ www.empolijazz.com [1] - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. [2] Tel. 0571/7101932 CENTRO STUDI MUSICALI FERRUCCIO BUSONI Piazza della Vittoria, 16 - Empoli (FI) www.centrobusoni.org [3] - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. [4] Tel. 0571/711122 CAM CENTRO ATTIVITÀ MUSICALE EMPOLI via Luigi Paladini n. 40 - Empoli (FI) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. [5] - www.camempoli.it [6] Tel. 339 6774955 Piazza della Vittoria, 16 50053 Empoli (FI) Tel. 0571/711122 - cell. 3737899915 www.centrobusoni.org Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Notti sotto le stelle
Villa Bellosguardo, Lastra a Signa| da sabato 25 luglio a giovedì 27 agosto (dalle ore 20)

DRESS CODE: estivo ed elegante, come solo voi sapete interpretare
CENA A BUFFET: a cura dell'executive Chef Cinzia Lotti

crostini di fegatini

crostini con filangè di zucchine in agrodolce

crostini con crema di formaggio e salame

crostini con crema di formaggi rucola e noci

crostini al concassè di pomodoro e basilico

crostini con filangè di cipolla e acciughe

ricottine al cucchiaio

spiedini di bufaline e ciliegini

fritto di melanzane alla Grazia

marinata di seppie

***

pappa al pomodoro

cous cous alle verdure

lasagnetta caprese

_***_lonza di maiale con cipolle alla fiorentina

insalatina di sgombro

_***_

frolla di ricotta e cannella

il tutto accompagnato da acqua, vino bianco e vino rosso

VENTI EURO a persona

__

PRENOTAZIONI: 339 2281901 Stefania

VILLA CARUSO BELLOSGUARDO, Via di Bellosguardo 54 - 50055 Lastra a

Signa - Firenze

Tel. +39 55 8721783 Fax +39 55 8722230 e-Mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.




Suoni dal Monviso-Concerto di Giovanni Allevi
Pian Pilun (Cn)|Domenica 2 agosto 2015

"Sicuramente una coincidenza.Eppure ho avuto la sensazione che, mentre suonavo in un contesto naturale incantevole e instabile, le folate di vento e le improvvise aperture luminose seguissero magicamente le mie note.È più probabile che fossi io ad ispirarmi dalla natura in movimento che mi circondava". Giovanni Allevi.

Con queste parole Giovanni Allevi ha commentato, in questi giorni, uno dei suoi ultimi spettacoli, e pensiamo non ci sia presentazione migliore per il suo concerto di domenica 2 agosto, per la prima volta nella provincia Granda.
Scenario di questo straordinario appuntamento sarà Pian Pilun, posto sulla sommità del Colle di Gilba, alla confluenza tra le Valli Po e Varaita.
Allevi salirà fin lassù per onorare Suoni dal Monviso e le nostre montagne, e per deliziare tutti con la sua musica. Il concerto inizierà alle ore 15.
Il concerto di Giovanni Allevi rappresenta il concerto di punta dell’edizione 2015 di Suoni dal Monviso, il festival organizzato ormai da 11 anni dai Polifonici del Marchesato.

BIGLIETTI
Biglietteria on-line sul circuito: VivaTicket (adulti: 15 euro; bambini fino a 12 anni e over 65 anni: 5 euro). Link in fondo alla pagina.
Per chi acquista il biglietto entro il 31 luglio in uno dei punti vendita indicati:
adulti: 10 euro; bambini fino a 12 anni e over 65 anni: 5 euro; bambini 0-5 anni: gratuito.
I punti vendita biglietti sono:


Ufficio Turistico di Paesana 0175 94273

Info point piazza V. Veneto Paesana 339 6393056 – 347 4374246
Ufficio Turistico di Sampeyre 320 4256259
Ufficio Turistico di Saluzzo 0175 46710
Tentazioni, di Meirone Emidio a Sanfront 0175 948860
Dal 1 agosto e nella giornata del concerto (direttamente sul luogo del concerto), biglietto d’ingresso adulti: 15 euro; bambini fino a 12 anni e over 65 anni: 5 euro; bambini 0-5 anni: gratuito.




ACCESSI
La location, molto particolare, posta sullo spartiacque tra le valli Po e Varaita, è raggiungibile da quatto accessi diversi, due per vallata.
Per chi vorrà salire da Sanfront, sarà possibile parcheggiare in zona Pasturel, sopra la borgata S. Bernardo, e di lì proseguire a piedi per circa un’ora.
Chi sceglierà Paesana come punto di partenza potrà salire a Pian Munè, lasciare l’auto sull’ampissimo piazzale e scendere al rifugio Bertorello; di qui, con una tranquilla e ombreggiata passeggiata di 40’, potrà arrivare sul luogo del concerto. (1h da Pian Munè a Pian Pilun).
Da Brossasco, invece, il sito è raggiungibile percorrendo comodamente in auto il vallone di Gilba fin nei pressi della Borgata Lantermino, posta a 3 km. da Pian Pilun. Qui saranno a disposizione oltre 200 posti auto, nei prati che costeggiano la strada. Sul posto ci potrà essere la possibilità di un “minibus navetta” che, dal bivio di S. Sisto (a 4 km. da Pian Pilun), farà servizio fino alla borgata Danna (posta a 2 km. dal luogo del concerto).

Per l’intera giornata, dalla Borgata Danna a Pian Pilun il transito non sarà consentito alle auto, ma sarà unicamente riservato ai mezzi dell’organizzazione e di soccorso.


Infine, per chi arriva da Sampeyre, la strada da percorrere è quella che da Becetto porta a Meire di Ruà; di qui al Colle del Prete, per una bella passeggiata estiva. La strada verrà chiusa al traffico delle auto all’altezza di Meire di Ruà e il parcheggio potrà avvenire, a scendere, fino a Becetto.


Sul luogo del concerto sarà attivo un servizio bar.
Il trasporto dei disabili andrà preventivamente concordato con l’organizzazione.
In caso di maltempo il concerto avrà luogo al Pala CRS (Foro Boario) di Saluzzo.
Aggiornamenti il giorno precedente al concerto.

INFO SU ALLEVI
Dopo un fitto calendario di impegni internazionali in Giappone e Cina il M° Giovanni Allevi è tornato in concerto in Italia con una serie di live che, in queste settimane, lo hanno visto esibirsi nella sua triplice veste di compositore, pianista e direttore d’orchestra.
L’artista è stato infatti protagonista di tre concerti esclusivi accompagnato dall'Orchestra Sinfonica Italiana: a Siena, Parma e Bassano del Grappa. Ma Allevi non dimentica il suo amato strumento e il suo tour “LOVE - Piano solo Tour”, lo ha visto protagonista, in questi giorni, a Roma, Losone, Sestri Levante e Pietra Ligure.
Ultima tappa del tour sarà proprio la data del 2 agosto, a Pian Pilun (alla confluenza delle Valli Po e Varaita) all’interno della stagione Suoni dal Monviso.
Proprio in questi giorni il maestro Allevi ha ricevuto due importanti riconoscimenti: il Premio Madesimo (11 luglio) e il Premio speciale Falcone Borsellino (14 luglio) a testimonianza del grande valore artistico e culturale che l’Artista rappresenta presso le nuove generazioni.

Info: +39 349 3362980 - +39 349 3282223; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.suonidalmonviso.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.









“Il teatro dipinto. La scena degli artisti nel Romanticismo”
Arezzo, Casa Museo Ivan Bruschi|Fino all’11 ottobre

Cas Museo TeatroDipinto 70x100 06 2015 ok









































































La Fondazione Ivan Bruschi, amministrata da Banca Etruria,  ricorda che è visibile in questo momento al Museo la mostra  _"IL TEATRO DIPINTO. LA SCENA DEGLI ARTISTI NEL ROMANTICISMO". Oltre alle opere già presenti in mostra segnaliamo il RITROVAMENTO E LESPOSIZIONE DI TRE NUOVE OPERE DI METRODORO CONTI._ Ricordiamo che la mostra presenta un percorso iconografico alla scoperta del teatro Romantico, una rassegna dedicata all’arte della decorazione, in special modo di Metrodoro Conti, lo scenografo attivo nel XIX secolo che nella sua carriera ha allestito il Teatro La Fenice di Arezzo, ma anche il Teatro Petrarca. La mostra dedica un’apposita sezione proprio al teatro aretino, documentando con alcuni interessanti disegni tecnici le scelte architettoniche e decorative compiute per la sua realizzazione. All’interno del percorso espositivo, viene inoltre mostrato anche un interessante ed inedito modellino progettuale in legno dipinto, databile agli anni 60’ dell’ottocento, che presenta la “macchina scenica” pressoché identica a quella del Petrarca, nelle cui soffitte finora era stato custodito. La rassegna, inserita nel ciclo curato dal Professor Carlo Sisi “Le case della vita”, rimarrà aperta alla Casa Museo di Ivan Bruschi fino a domenica 11 ottobre. Protagonista della mostra lo scenografo Metrodoro Conti (Arezzo 1810-1887), i cui bozzetti, di proprietà di Banca Etruria, consentono di documentare il laboratorio progettuale di uno scenografo attivo nel corso dell’Ottocento, che dimostrò nei suoi disegni un evidente aggiornamento sugli indirizzi dell’arte della sua epoca. _“Il teatro dipinto. La scena degli artisti nel Romanticismo”_ è una mostra che indaga alcuni aspetti collegati all’universo del teatro. L’arte teatrale trasferisce sul palcoscenico ambienti e vicende del quotidiano e della storia grazie alla mediazione letteraria e musicale, ma anche a straordinarie scenografie. Proprio gli scenografi, maestri dell’illusione figurativa, sono stati impiegati, fin dal Seicento, a decorare gli interni con “quadrature”, vedute di giardini e rovine, illusive e coinvolgenti quanto un allestimento teatrale. Questa reciprocità, riscontrata durante tutto il XIX secolo, ha suggerito che il tema di questa mostra potesse essere la produzione figurativa di artisti attivi in ambito scenico nel periodo romantico, con riferimenti alla pittura di genere storico e al predominante gusto neogotico. Questo è il terzo percorso espositivo che la Fondazione Ivan Bruschi inserisce nella rassegna _LE CASE DELLA VITA_, inaugurata nel 2013con lesposizione “_Dai Macchiaioli al Novecento. Opere dalla collezione Olschki”_ e proseguita l’anno scorso con la mostra-evento _“Nelle stanze dei Granduchi. Dagli Uffizi ad Arezzo: opere scelte dalle collezioni medicee”_ nellambito del progetto _“La città degli Uffizi”_. “_Il Teatro Dipinto_”, grazie alle opere della collezione di Banca Etruria, dell’Accademia “Regio Teatro Petrarca”, della Fraternita dei Laici di Arezzo, del Museo d’Arte Medievale di Arezzo e del Museo Civico “Pinacoteca Crociani” di Montepulciano. Saranno esposte, inoltre, opere in prestito da Musei Nazionali e collezioni private e alcune foto realizzate dal maestro Aurelio Amendola che ritraggono gli abiti teatrali della Fondazione Cerratelli. LE INIZIATIVE COLLATERALI ·       Giovedì 6 agosto – ore 21: _“Palco e Retropalco”_, percorso speciale di visita alla mostra che attraverso le opere esposte e l’incontro con una guida ed un attore condurrà il     visitatore a scoprire storia, documenti, aneddoti del teatro dell’Ottocento e i segreti celati dietro il sipario, dove protagonista è l’ingegno artigiano ed artistico di scenografi e maestranze, creatori della meravigliosa macchina scenica. ·       Giovedì 10 settembre – ore 17,30: _“Virgilio Sieni e l’accademia del gesto”_, conferenza curata da Andrea Nanni. ·       Giovedì 17 settembre – ore 17,30: _“Artisti alla ribalta: il rinnovamento della scena teatrale nella prima metà del Novecento”_, conferenza a cura di Chiara Toti. ·       Sabato 3 ottobre – ore 17,30: “_’La tempesta del mio cor’ Il gesto teatrale nell’arte dell’Ottocento_” conferenza a cura di Alberto Batisti e Carlo Sisi.   Info e prenotazioni: Casa Museo di Ivan Bruschi, Corso Italia 14 - Arezzo (tel. 0575/354126).    Aperto dal martedì alla domenica con orario 10.00/19.00. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.            www.fondazionebruschi.it   
Rassegna stampa
Banner Expo 2015
Banner Memoria
Custom
Banner Alluvione
Custom