Ad Anghiari riapre il museo della Battaglia con "Fiamminghi dopo Leonardo"

 Al Museo della Battaglia e di Anghiari (Ar) inaugura la mostra "Fiamminghi dopo Leonardo nel raro segno di Gérard Edelinck" (27 giugno - 27 settembre). In esposizione  una delle più importanti opere riconducibili alla Battaglia di Anghiari di Leonardo da Vinci. La preziosa incisione seicentesca di Gérard Edelinck riproduce in controparte il famoso disegno attribuito a Pieter Paul Rubens della disputa per lo stendardo, a sua volta ispirato alla celebre opera pittorica murale di Leonardo Da Vinci per la Battaglia di Anghiari.

Gérard Edelinck (Anversa 1640- Parigi 1707), pittore e incisore fiammingo, dopo l’apprendistato ad Anversa, sua città natale, per la grande maestria nell’incisione fu alle dipendenze di Luigi XIV a Parigi, divenendo uno dei maggiori rappresentanti di questa non facile arte. Già Michael Bryan nel suo monumentale Dizionario dei pittori e incisori del 1853 lo celebra: "non c’è negligenza o mediocrità, ogni soggetto è perfettamente finito e i suoi volti sono distinguibili tramite le più vive espressioni". La sua produzione incisa si compone di 339 pezzi e contiene numerosi ritratti di grandi personaggi e celebrità del suo tempo.

Alla mostra sono affiancate le esperienze di realtà aumentata sui disegni di Leonardo Da Vinci, per favorire l’accessibilità alle informazioni.

Il museo riaprirà tutti i giorni, con l'orario di sempre, a partire da sabato 27 giugno 2020.