NOTIZIE

Perugia | La Fondazione Marini Clarelli Santi annuncia la Coppa della Perugina

Perugia | La Fondazione Marini Clarelli Santi annuncia la Coppa della Perugina
Genio e caparbietà in un'eredità da tramandare: la conferenza stampa nei locali di via dei Priori 84 il 28 aprile alle 17

locandina coppa













































Forlimpopoli | Con la nuova pista ciclabile arriva Energy Day’, in attesa delle celebrazioni del 25 aprile

Forlimpopoli | Con la nuova pista ciclabile arriva Energy Day’, in attesa delle celebrazioni del 25 aprile
Forlimpopoli, 20 aprile 2016 – Un weekend ricco di iniziative a Forlimpopoli, dove sabato si preannuncia una giornata spettacolare. Si comincia alle 10,30 con l’inaugurazione della nuova pista ciclabile Forlì-Forlimpopoli. Alle 14,15 il centro storico ospita il primo Energy Day. Domenica 24 e lunedì 25 aprile ecco un ricchissimo programma di iniziative, tra arte, musica e cultura per celebrare
il 71° anniversario della Liberazione. Fino al primo maggio proseguono le grandi mostre a Forlimpopoli: alla Sala Mostre (Piazza Fratti) è possibile visitare l’esposizione di Pino Manzella ‘Il filo rosso della memoria’in ricordo di Felicia e Peppino Impastato. Sempre fino al 1 maggio al Museo Archeologico di Forlimpopoli è possibile visitare la mostra fotografica "Mai più indifesa", che permette ai visitatori di toccare con mano un mondo in cui ai bambini non è permesso crescere nel rispetto dei diritti umani più elementari



Vicchio | Alla Casa di Giotto inizia la mostra antologica di Tonino D’Orio

Vicchio | Alla Casa di Giotto inizia la mostra antologica di Tonino D’Orio
Sabato 23 aprile alle 17 sarà inaugurata l'esposizione per il centenario dalla nascita dell'artista
vbVicchio, 20 aprile 2016 - La mostra rimarrà aperta domenica e festivi 10,00-13,00 / 15,00-19,00. Il pittore Tonino d’Orio nacque a Firenze nell’anno 1916, i figli Benedetto e Rosalba dopo cento anni dalla sua morte vogliono ricordare il padre mostrando agli amanti dell’arte le sue pitture e i suoi disegni. Tonino D’Orio ottenne rilevanti riconoscimenti esponendo con mostre personali e collettive in varie città d’Italia e all’estero. Molti studiosi parlarono di lui definendolo “Il pittore delle trasparenze” infatti, molte sue opere presentano una capacità straordinaria nel realizzare le velature cromatiche rendendo nel dipinto una realtà da sogno esaltandone i colori e la bellezza del paesaggio. L’artista possedeva una forte sensibilità artistica riportando nelle sue tele anche la passione per la musica, il teatro e la poesia. Nelle sue opere possiamo leggere una maturità artistica che esprime sentimenti, emozioni, ricordi e sempre alla ricerca di rinnovamento. In allegato la locandina dell’evento e l’invito a questa mostra importante e particolare.

Moliterno | S'inaugura il Museo del Novecento Lucano

Moliterno | S'inaugura il Museo del Novecento Lucano
Domenica 24 aprile alle 18,30 inizia la nuova avventura artistica dello spazio culturale
vvvvv20 aprile 2016 - E’ il modo migliore per aprire questo 2016. E’ da più di un secolo, dai tempi di Angelo Brando, che gli artisti lucani aspettano “una casa” e finalmente questo destino si compie. Tutta l’arte del 900 lucano è in attesa di una rivalutazione e di un giusto posizionamento a livello nazionale e internazionale. D’intesa col direttore Emanuele Aiello, il Museo sarà il luogo per un recupero culturale e una catalogazione definitiva, non tanto e non solo degli artisti di primo piano, ma quanto e soprattutto di quelli ingiustamente dimenticati. Questo museo, unico in Basilicata, sarà la spina dorsale di questa silenziosa rivoluzione.



Saluzzo |'Un libro per the' presenta “Combattere in Valle Varaita” di Piero Balbo

Saluzzo |'Un libro per the' presenta “Combattere in Valle Varaita” di Piero Balbo
Il 22 aprile 2016 alle 17,30 incontro alla Scuola di Alto Perfezionamento Musicale
Saluzzo, 20 aprile 2016 - Nell'ambito della rassegna "Un libro per the. I venerdì della biblioteca" Piero Balbo presenta il suo libro “Combattere in Valle Varaita. Da Valcurta 1944 a Valmala 1945” (Fusta editore).
Un resoconto onesto e fedele dei venti mesi di lotta di Liberazione in questa valle del Piemonte
occidentale. Un resoconto senza retorica e senza celebrazione in cui emergono, uno dopo l’altro,
i fatti che hanno portato al trionfo degli ideali democratici in tutta Italia. Da Bellino a Verzuolo,
da Pontechianale a Saluzzo, da Valmala al vallone di Gilba: in questi luoghi i giovani della valle
Varaita e della pianura hanno compiuto una scelta di libertà e hanno lottato organizzati in
distaccamenti e bande di garibaldini e giellisti.
Non importa quanto siano piccoli o sconosciuti i luoghi geografici in cui si svolsero le vicende
narrate da questo libro: sono luoghi con un significato universale, che hanno fatto la storia
dell’Italia che conosciamo oggi, perché a quelle persone si deve la costruzione del sistema di
valori con il quale siamo cresciuti. Valcurta e Valmala sono luoghi che significano libertà,
democrazia, coraggio, solidarietà e fiducia nel futuro. Sono luoghi simbolici degni a pieno titolo
di fare parte di quell’identità che come cittadini democratici dobbiamo ostinatamente consolidare
e difendere. E in questi luoghi uomini che sono stati dimenticati hanno compiuto scelte eroiche e
hanno vissuto epopee personali degne di essere raccontate e tramandate. Questo è anche un
modo per riavvicinarci a quella Grande Storia che si nutre della piccola storia locale, attraverso
le vite e il grande coraggio di uomini e donne normali che hanno saputo diventare eccezionali.
Chi vive e frequenta oggi la valle Varaita riconoscerà i luoghi e i cognomi che vengono citati in
ogni pagina del libro. La scelta dell’autore però è chiara: dichiaratamente di parte e quindi anche etimologicamente
"partigiana". Sono i fatti a parlare e non ci sono sconti per le ingenuità o gli errori dei "ribelli".
Condanna netta e dichiarata per l'ideologia ed il comportamento violento, razzista e disumano
dei nazifascisti. L'iniziativa si inserisce nel programma “Aprile, un mese di resistenza”.
Il libro verrà presentato con l’introduzione di Francesca Galliano dell’Anpi Verzuolo, e gli
interventi di Elisa Allione, Sergio Aragno, Eva Cischino e Francesco Testa.

Moliterno (PZ) | Inaugurazione del Museo del Novecento Lucano

Moliterno (PZ) | Inaugurazione del Museo del Novecento Lucano
Appuntamento domenica 24 aprile

Museo MOliterno"Domenica 24 aprile alle ore 18,30 si inaugura il Museo del Novecento Lucano. E’ il modo migliore per aprire questo 2016.
E’ da più di un secolo, dai tempi di Angelo Brando, che gli artisti lucani aspettano “una casa” e finalmente questo destino si compie.
Tutta l’arte del 900 lucano è in attesa di una rivalutazione e di un giusto posizionamento a livello nazionale e internazionale.
D’intesa col direttore Emanuele Aiello, il Museo sarà il luogo per un recupero culturale e una catalogazione definitiva, non tanto e non solo degli artisti di primo piano, ma quanto e soprattutto di quelli ingiustamente dimenticati.
Questo museo, unico in Basilicata, sarà la spina dorsale di questa silenziosa rivoluzione".
Gianfranco Aiello
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image

Case della MemoriaNumero Anti Violenza e Stalking
a sostegno delle donne vittime di violenza e stalking
Chiama ora