Notizie

Le Case della Memoria di nuovo in onda su Antenna 5

Le Case della Memoria di nuovo in onda su Antenna 5
Dal 12 novembre tornano i documentari di Terra Nostra

Le Case della Memoria tornano in onda su Antenna 5. Da domenica 12 novembre sul canale 72 saranno in multiprogrammazione i dodici documentari di Terra Nostra “Le Case della Memoria”, dedicate ad alcune abitazioni toscane inserite nell’Associazione Nazionale Case della Memoria.
Un viaggio nel territorio a ritroso nel tempo, alla scoperta di dodici abitazioni in cui sono nati o hanno vissuto grandi personaggi della storia passata e contemporanea, che con le loro parole e con le loro azioni hanno lasciato un segno indelebile nella cultura italiana e non solo.
Le “mura” sono quelle care a BoccaccioMontanelliMachiavelliPucciniBusoniSivieroFirenzuolaBarrett BrowningGiottoCarusoSonninoBargellini: dodici case che raccontano la più intima natura di coloro che le abitarono e la genesi del loro indiscusso genio.
Ecco la programmazione nel dettaglio:
Casa Boccaccio (Certaldo, Firenze): domenica 12 ore 20, lunedì 13 ore 18.30, martedì 14 ore 12,30, mercoledì 15 ore 7.30, giovedì 16 ore 9.30, venerdì 17 ore 16, sabato 18 ore 23.30.
Casa Montanelli (Fucecchio, Firenze): giovedì 16 novembre ore 20, venerdì 17 ore 18.30, sabato 18 ore 9.30, domenica 19 ore 12.30, lunedì 20 ore 7.30, martedì 21 ore 23.30, mercoledì 22 ore 16.
Casa Machiavelli (Sant'Andrea in Percussina, Firenze): domenica 19 ore 20, lunedì 20 ore 18.30, martedì 21 ore 12.30, mercoledì 22 ore 7.30, giovedì 23 ore 9.30, venerdì 24 ore 16, sabato 25 ore 23.30
Casa Puccini (Celle di Pescaglia, Lucca): giovedì 23 ore 20, venerdì 24 ore 18.30, sabato 25 ore 9.30, domenica 26 ore 12.30, lunedì 27 ore 7.30, martedì 28 ore 23.30, mercoledì 29 ore 16
Casa Ferruccio Busoni (Empoli, Firenze): domenica 26 ore 20, lunedì 27 ore 18.30, martedì 28 ore 12.30, mercoledì 29 ore 7.30, giovedì 30 ore 9.30, venerdì 1° dicembre ore 16, sabato 2 ore 23.30
Casa Rodolfo Siviero (Firenze): giovedì 30 novembre ore 20, venerdì 1° dicembre ore 18.30, sabato 2 ore 9.30, domenica 3 ore 12.30, lunedì 4 ore 7.30, martedì 5 ore 23.30, mercoledì 6 ore 16
Agnolo Firenzuola (Vaiano, Prato): domenica 3 ore 20, lunedì 4 ore 18.30, martedì 5 ore 12.30, mercoledì 6 ore 7.30, giovedì 7 ore 9.30, venerdì 8 ore 16, sabato 9 ore 23.30
Elisabeth Barrett Browning (Firenze): giovedì 7 ore 20, venerdì 8 ore 18.30, sabato 9 ore 9.30, domenica 10 ore 12.30, lunedì 11 ore 7.30, martedì 12 ore 23.30, mercoledì 13 ore 16
Casa Giotto (Vicchio, Firenze): domenica 10 ore 20, lunedì 11 ore 18.30, martedì 12 ore 12.30, mercoledì 13 ore 7.30, giovedì 14 ore 9.30, venerdì 15 ore 16, sabato 16 ore 23.30
Villa Caruso (Lastra a Signa, Firenze): giovedì 14 ore 20, venerdì 15 ore 18.30, sabato 16 ore 9.30, domenica 17 ore 12.30, lunedì 18 ore 7.30, martedì 19 ore 23.30, mercoledì 20 ore 16
Castello Sidney Sonnino (Montespertoli, Firenze): domenica 17 ore 20, lunedì 18 ore 18.30, martedì 19 ore 12.30, mercoledì 20 ore 7.30, giovedì 21 ore 9.30, venerdì 22 ore 16, sabato 23 ore 23.30
Casa Piero Bargellini (Firenze): giovedì 21 ore 20, venerdì 22 ore 18.30, sabato 23 ore 9.30, domenica 24 ore 12.30, lunedì 25 ore 7.30, martedì 26 ore 23.30, mercoledì 27 ore 16

«Mi son messo in cammino»: Puccini nel ‘West’ di Fanciulla Sabato 18 novembre 2017| Lucca

«Mi son messo in cammino»: Puccini nel ‘West’ di Fanciulla
Sabato 18 novembre 2017| Lucca

puccini.jpg

Viaggio con Zengiro Azuma nei quattro paesi lucani del sistema Acamm Fino al 7 gennaio 2018

Viaggio con Zengiro Azuma nei quattro paesi lucani del sistema Acamm
Fino al 7 gennaio 2018

In parallelo con la grande mostra “Marino Marini. Passioni visive”, allestita in Palazzo Fabroni, Pistoia Capitale Italiana della Cultura 2017 rende omaggio a Kengiro Azuma che di Marino fu allievo, assistente e amico.
Questa occasione, come le altre sperimentate nel corso del 2017 con Guido Strazza, Mario Cresci, Fausto Melotti e Giulia Napoleone, e l’anniversario della scomparsa, hanno dato il destro al Sistema dei Musei e dei Beni Culturali ACAMM (Aliano, Castronuovo Sant’Andrea, Moliterno, Montemurro) per mettere in piedi un omaggio a Azuma tutto lucano, dividendo 36 sculture e 40 tra pastelli, disegni e opere grafiche (datate 1962-2010) nei Musei MIG, Paul Russotto, MAM e Fondazione Sinisgalli. Un itinerario a tappe che spinge il visitatore, fino al 7 gennaio 2018, a ripercorrere le stesse strade di Azuma, nei suoi viaggi in Basilicata tra il 2009 e il 2015, con ripetute soste a Castronuovo Sant’Andrea e lunghe scorribande tra Pollino e Appennino lucano.
L’opera di Azuma, pur se maturata accanto all’esperienza di uno dei maggiori scultori occidentali, qual è stato Marino Marini, in un silenzioso e devoto scambio tra maestro e discepolo sollecitato a penetrare la propria vera natura, ha conservato nel suo stile l’astratta e rigorosa simbologia tipica dello spirito orientale, richiamo diretto della filosofia Zen.
A questa astrazione, però, ha saputo sempre opporre il peso reale, ovvero l’energia della materia da cui è riuscito a sottrarre ogni sotterranea capacità plastica da esaltare in uno spazio che rendesse evidenti, mediante sottili trapassi luminosi, il gioco dei pieni e dei vuoti, il ritmo delle lastre parallele di metalli portati al più alto grado di raffinatezza espressiva. In questa costante alternativa o intreccio di giochi d’ombra, di buchi ora scuri e profondi ora trapassati da parte a parte, è evidente la concezione filosofica Zen corrispondente al contrasto tutto - nulla, all’immedesimazione tra le due forze che elidendosi si identificano l’una nell’altra.
Al centro di tutto c’è la meditazione, che insegna a tornare all’esperienza più profonda di sé per percepire chiaramente, senza forzare in alcun modo il processo di consapevolezza, che la forma è vuoto e il vuoto è forma, e le cose sono in continuo mutamento.
Ha scritto Azuma: “In tutti questi anni vissuti in un paese straniero ho inserito nella mia attività di scultore, dentro certe forme, tanto le cose della natura quanto aspetti diversi del pensiero umano che si plasma nella realtà quotidiana, così come il mio personale modo di vivere. Sono pienamente convinto che la vita non è altro che un incessante sforzo diretto all’avvicinamento dell’assoluto”.

Le comunità toscane al tempo del Risorgimento

Logo Fondazione jpg


La Fondazione Montanelli Bassi in collaborazione con il Coordinamento toscano per la promozione dei valori risorgimentali presenta:Le comunità toscane al tempo del Risorgimento. Dizionario Storico


Dizionario storico la comunita toscana al tempo del rinascimento


Presentazione del volume curato da Fabio Bertini con contributi di Andrea Giaconi. Interverranno, oltre ai curatori, Paolo Benvenuto, Caterina Del Vivo, Claudio De BoniAi presenti sarà fatto omaggio della dispensa “Memorie risorgimentali a Fucecchio”di Francesco Asso
Sabato 11 novembre 2017, ore 17,00 Palazzo della Volta Via G. di San Giorgio 2 Fucecchio

Sant'Agata di Villanova sull'Arda (Pc) | Stanze aperte a Villa Verdi

Sant'Agata di Villanova sull'Arda (Pc) | Stanze aperte a Villa Verdi
Domenica 12 e 26 novembre apertura straordinaria delle stanze private della villa in cui il grande compositore traeva ispirazioneSTANZE APERTE novembre page 001

News Arcantarte-novembre

News Arcantarte-novembre

CORSI

Martedì 7 Novembre ha inizio “In compagnia del Tè” ore 16-18
Sede: Sala Don Milani - Via de Gasperi, 69 (est) -
Ideato da Arcantarte per i corsi di educazione permanente e cultura generale 2017 del Comune di Prato si sviluppa in  5 incontri  di due ore ciascuno.

Ancora qualche posto disponibile per informazioni 3202251213.

Descrizione del corso
• Introduzione al corso e accenni all'origini del tè e alla sua diffusione.
• Introduzione all'argilla e prove di manipolazione.
• Introduzione alla cerimonia del tè e realizzazione di tazze da tè.
• Tecniche di preparazione e qualità di tè . Completamento e finitura tazze da tè.
• Decorazione e smaltatura delle tazze da tè. Cenni al tè nell'arte.
• Restituzione delle tazze. Letture sul rito del tè. Cerimonia del tè di fine corso.
Costo € 70 da versare direttamente all'Associazione. 


VISITE

Sabato 11 novembre ore 10-12 

L’ARCHITETTO RACCONTA….ALLA SCOPERTA DI SANTA CATERINA DE’RICCI E DEL MONASTERO DI SAN VINCENZO

Secondo percorso: I luoghi domestici
Parlatorio,  Orto degli olivi e Cappella di Loreto, Chiostro , Loggia dei Panni ,           
Guardaroba,  Refettorio.
Per i soci il contributo di partecipazione è di € 6,00 + € 5,00 offerta al monastero.
Per i nuovi soci € 10,00 comprensivo di tessera associazione + € 5,00 offerta al monastero.
Non è richiesto contributo ai  minorenni accompagnati .
Accreditato per gli architetti ( vedi IMateria)
Per informazioni prenotazione obbligatoria telefonare 3202251213-3356315837

Sabato 25 Novembre in via di definizione
Visita alla Fondazione Zeffirelli – Piazza San Firenze, 5 - Firenze

ll Museo ospita oltre 250 opere del Maestro Zeffirelli tra bozzetti di scena, disegni e figurini di costumi.
Il percorso espositivo – suddiviso cronologicamente in Teatro di prosa, Opera in musica e Cinema – illustra per temi e autori gli sviluppi degli allestimenti teatrali e delle produzioni cinematografiche che, corredati dalle foto di scena, esemplificano le tappe principali della parabola artistica di Zeffirelli. 


EVENTI

Fino al 18 Novembre  è visitabile la mostra d’arte “Metamorfosi “Grafica, pittura e scultura inseriti tra abiti di alta sartoria presso QC concept store- viale Montegrappa 128/a orario negozio.
Espongono Angela Ciccarello, Cinzia Lascialfari, Emi Scatena e Antonella Nannicini.

19 Novembrel’associazione Arcantarte partecipa alla festa dell’Albero
Image
Image
Image