NOTIZIE

Villa Silvia-Carducci: il programma fino al prossimo 18 aprile

Villa Silvia miniProsegue a Villa Silvia-Carducci la rassegna di appuntamenti Villa Silvia, i Colori della Musica e della Poesia per trascorrere, in allegria e in sicurezza, una stagione invernale all’insegna della cultura. La rassegna di eventi proposta, per la quale l’ingresso sarà gratuito e su prenotazione  verte a creare sinergia fra le diverse arti, quali la musica, la poesia e l’armocromia, creando un rifiorire culturale, specchio del rifiorire dell’anima, in questo momento storico così complicato.
Nel rispetto delle misure restrittive disposte dal DPCM vigente, gli eventi si svolgeranno  in diretta streaming sulla pagina Facebook: 
https://www.facebook.com/ammi.italia

Il Giardino di Casa Cuseni. La ricerca della spiritualità nell'arte

Giardino CuseniIl Giardino di Casa Cuseni, completato nel 1920, è una straordinaria opera dell’ingegno umano, una creazione intellettuale voluta da una raffinata committenza britannica forte del pensiero romantico di John Keats, di Percy Bysshe Shelley, di Lord George Byron, degli insegnamenti socio-politici di John Ruskin, dell’Arts and Crafts di William Morris e della grande spiritualità tipica di quel periodo. Questo giardino, ricco di arte, storia, botanica e teosofia, nel corso del secolo scorso, travagliato da grandi conflitti mondiali e rivolgimenti socio-politici ha, invece, mantenuto inalterata la sua autenticità e la sua originalità. La Fondazione Casa Cuseni ha pubblicato i primi cento anni della sua storia, consapevoli che il solo modo per difendere il patrimonio artistico di Casa Cuseni è la conoscenza e la sua fruizione.

Palermo, la Casa del Beato Giuseppe Puglisi tra le Casa della Memoria

È la quinta casa siciliana che entra a far parte dell’associazione

Puglisi

Il Consiglio Direttivo dell’Associazione Nazionale Case della Memoria, dopo il via libera del Comitato Scientifico, ha ratificato l’ingresso nella sua rete della Casa del Beato Giuseppe Puglisi di Palermo. Dichiarata dall’Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana bene di interesse etnoantropologico e storico, è stata inaugurata il 25 maggio 2014, ad un anno dalla beatificazione di Don Puglisi (2013) ucciso dalla mafia il 15 settembre 1993, giorno del suo 56º compleanno, per il suo costante impegno evangelico e sociale e della sua incessante lotta alla mafia. Don Puglisi si è speso principalmente per il recupero dei bambini e degli adolescenti già reclutati dalla criminalità mafiosa, riaffermando nel quartiere una cultura della legalità. Questa sua attività pastorale, come ricostruito dalle inchieste giudiziarie, ha costituito un movente dell’omicidio, i cui esecutori e mandanti sono stati arrestati e condannati.

Il Premio Montanelli 2015 con Massimo Fini e la “sorpresa” di Beppe Grillo

Sul canale YouTube della Fondazione Montanelli trovate la registrazione della cerimonia di consegna del Premio di scrittura Indro Montanelli 2015, con l’arrivo a sorpresa di Beppe Grillo e molti ospiti, tra il quali Ferruccio de Bortoli, Marco Travaglio, Francesco Sabatini e molti altri 

cliccare qui per il collegamento al canale youtube

Continuano intanto, ogni mercoledì e ogni sabato sul sito della Fondazione (www.fondazionemontanelli.it) e sui vari canali social (facebooktwitter,  instagram), gli aggiornamenti della rubrica Indro così com’è, con brevi citazioni da opere di Montanelli su temi di politica, cultura, costume. I titoli più recenti: Storia: revisionismo; Compleanni: Pietro Nenni, Amintore Fanfani, Giuseppe Prezzolini; Il rifiuto del seggio in Senato; Una lettera a Emanuele Macaluso, solo per ricordare i titoli del 2021. 

Per consultare le puntate del 2020 cliccare qui

"Lungo l'Arno nell'antichità"

LUNGO_LARNO.png L'archeologo Alessandro Costantini illustrerà, dalla sala dell'Arno, alcuni aspetti della storia antica del fiume.   Venerdì 19 febbraio 2021, ore 17. 

Villa Menotti a Spezzano va all’asta

Le Case della Memoria rinnovano l’appello per salvarla

Rigoli Tosi Capaccioli

«Come già espresso in passato, sollecitiamo un intervento per salvare Villa Menotti dal degrado». A due anni di distanza, l’Associazione Nazionale Case della Memoria ritorna sulla questione della villa di Ciro Menotti a Spezzano, frazione di Fiorano Modenese, che da anni versa in un desolante stato di abbandono. Adesso la Villa andrà all’asta. Il primo tentativo di vendita è fissato per il 16 febbraio: se questa andrà deserta il futuro di Villa Menotti si farà ancora più oscuro.

Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image